ATTENZIONE: Non è garantita la consegna prima di Natale

Creare una mise en place semplice e veloce con le chicche dell’esperta


 

Dalla scelta della tovaglia alla posizione delle stoviglie: ecco come allestire una tavola semplice e personalizzarla con i trucchi dell’architetto Carla Costa

Mise en place semplice

Una tavola semplice per ogni occasione

Quanto deve essere lunga la tovaglia? Come posizionare le posate? E i bicchieri?

Anche allestire una mise en place semplice ha le sue regole; è bene conoscerle per essere impeccabili, in qualsiasi circostanza.

Dai pranzi quotidiani in famiglia alle cene con gli amici: ogni volta che siedi a tavola, l’obiettivo è quello di regalarti e regalare il massimo del comfort, senza sprecare tempo prezioso.

Da dove cominciare? Abbiamo raccolto alcune indicazioni di base, consultabili in ogni momento.

In più, alla fine di ciascun paragrafo, troverai le chicche di Carla Costa, architetto e ideatrice del blog Amate Stanze.

Idee di stile che potrai personalizzare a seconda dell’arredamento domestico e della tua personalità; perché la tavola deve parlare di te!

La tovaglia per una tavola semplice

Ogni tavola, di qualsiasi forma e dimensione, deve essere vestita al meglio, per essere piacevole da vedere e vivere.

La prima regola è scegliere una tovaglia che sia ben lavata e stirata.

Il suggerimento è di prediligere tovaglie dai tessuti naturali, come il lino e il cotone, che conferiscono eleganza e comodità alla mise en place semplice.

La caduta non deve essere né troppo corta né troppo lunga; la lunghezza ideale è di 25-35 cm, ovvero lo spazio che intercorre tra il piano del tavolo e le ginocchia di chi vi sta seduto.

Quale colore preferire? Raccomandati i toni chiari; nel dubbio, il bianco si rivela sempre una scelta vincente.

L’esperta consiglia: «Usa una striscia di pizzo come un runner da sistemare su una tovaglia di lino o cotone; la differenza cromatica e di texture creerà un accattivante senso di movimento».

Quale tovagliolo in una mise en place semplice

Anche in una mise en place semplice, il tovagliolo deve essere di tessuto, largo circa 40 cm per lato.

Questo va posizionato sempre a sinistra del posto tavola, mai sul piatto né sopra o sotto le posate.

Il suggerimento è di piegarlo in maniera lineare, a triangolo o a libro, aperto verso l’esterno.

Come usarlo? Si deve utilizzare la parte interna del tovagliolo, in modo che, una volta ripiegato a metà e posato sulle gambe, non si vedano eventuali tracce di cibo e non si rischi di sporcarsi i vestiti.

L’esperta consiglia: «Per dare un tocco creativo a una mise en place semplice, soprattutto se total white, scegli tovaglioli di materiali e colori differenti. Il mix & match, ovvero la diversa combinazione di colori, renderà la tavola più interessante, a colpo d’occhio».

I piatti in una tavola semplice

Dopo la tovaglia, i protagonisti della tavola sono i piatti.

Chi l’ha detto che, in una mise en place semplice e quotidiana, devono essere scelti con poco interesse? Al contrario, per rendere ogni pasto confortevole e piacevole sotto il profilo estetico, bisogna selezionarli, abbinarli e disporli con cura.

Parti dai sottopiatti: rappresentano il centro di ciascun posto a sedere, vanno situati a 2-3 cm dal bordo del tavolo, alla stessa distanza l’uno dall’altro.

Ti sembrano non adatti a una tavola semplice? In realtà, possono dare colore, stile e carattere al table setting. Puoi sbizzarrirti nella preferenza di diversi toni e materiali, in base all’atmosfera che desideri ricreare, in poche mosse.

Sopra ai sottopiatti vanno messi i piatti piani e, se è prevista una zuppa o una minestra in brodo, quelli fondi.

L’esperta consiglia: «Sovrapponi piatti di servizi differenti, di varie forme e materiali, facendo attenzione che il risultato finale sia di ricercata armonia e non di casualità».

Come posizionare le posate in una tavola semplice

In tutte le mise en place, la forchetta va posta a sinistra del piatto, seguendo l’ordine delle portate; quindi, procedendo dall’esterno all’interno, si avrà la forchetta per il primo e poi quella per il secondo.

Seguendo la stessa regola, a destra, si dispongono i coltelli, con la parte tagliente rivolta in direzione del piatto.

Se il pranzo o la cena prevedono una zuppa, non dimenticare di aggiungere il cucchiaio da minestra, sempre a destra e verso l’esterno, in quanto sarà la prima posata ad essere utilizzata.

In una mise en place semplice, le posate da frutta e dessert si portano a tavola al momento di usarle, con l’apposito piattino.

Una volta finito di gustare ogni pietanza, ricordati di non incrociare le posate sporche, ma di allinearle sul piatto, una di fianco all’altra.

L’esperta consiglia: «Per un allestimento semplice e d’effetto, ricorri a elementi base dell’apparecchiatura, quali le posate d’acciaio che risultano pratiche, igieniche, facilmente rimpiazzabili e utili a valorizzare i sapori».

Come disporre i bicchieri in una tavola semplice

A tavola, vanno messi solo i bicchieri che andranno utilizzati durante il pasto.

In una mise en place semplice, bastano uno per l’acqua e uno per il vino.

Questi vanno situati in alto e alla destra del posto a sedere; come riferimento, considera la punta del coltello e colloca prima il bicchiere dell’acqua e poi quello del vino.

In genere, i bicchieri dell’acqua sono dei tumbler, ovvero senza gambo e quindi più bassi; in questo caso, per evitare spiacevoli incidenti, vanno sistemati davanti a quelli del vino.

Per quanto riguarda i materiali, devono essere di cristallo o vetro trasparenti, per poterne scorgere il contenuto.

L’esperta consiglia: «Opta per bicchieri di cristallo o vetro sottile, meglio se lavorati o intagliati; il lucido opaco e le lavorazioni daranno vita a un effetto percettivo molto gradevole.

Non dimenticare di portare a tavola brocche e decanter in linea con lo stile della tua mise en place: anche se semplice, deve parlare di te!».

Considerazioni finali

Abbiamo visto come una mise en place semplice e veloce da allestire si contraddistingue per la presenza di elementi essenziali, che devono trovare la giusta collocazione e cornice.

Una tovaglia su misura, cucita a mano e curata nei dettagli, come le nostre creazioni made in Italy, sono la soluzione ideale per esaltare le linee della tua tavola, ogni giorno e in ogni occasione, con ricercata semplicità.

Perché si sa: less is more (meno è meglio), soprattutto quando si tratta di prodotti artigianali che, da soli, diventano protagonisti del table setting. Basta un click per averli direttamente a casa tua.

Affidati alla nostra esperienza e alla tua creatività!

Scopri le nostre tovaglie cliccando qui

Lascia un commento

Si prega di notare che i commenti sono soggetti ad approvazione prima della pubblicazione

Contattaci

Ti aiutiamo noi via chat, mail o telefono

Pagamenti sicuri

Anche alla consegna